Questa serata è

 

SOLD OUT

 

Ti aspettiamo per i nostri prossimi appuntamenti

SCOPRIAMO L’EVENTO

Transition è una band proiettata verso la ricerca armonica, sonora e ritmica intese come un unico ed omogeneo linguaggio musicale, completamente aderente alle nuove forme espressive prodotte dalla musica afroamericana contemporanea e ispirato profondamente dalle grandi estetiche creative che hanno attraversato la letteratura, il teatro, la filosofia, la pittura e tutte le grandi forme d’arte che si sono poste criticamente nei confronti delle strutture/sovrastrutture dominanti. La ancora giovane esperienza di Transition – la band è nata nel 2016 – sfocia nell’album Rizoma, titolo che riflette, in omaggio al pensiero del grande filosofo francese Gilles Deleuze, la natura “ribelle” di questa particolare radice che non seguendo il tradizionale percorso verticale su cui fa perno l’albero, si dipana orizzontalmente in molteplici direzioni.

La musica composta dal batterista e leader Gianrico Manca, nasce con il medesimo intento “multidirezionale e policentrico”, trascendendo schemi consolidati e percorsi predeterminati, muovendosi armoniosamente e dialetticamente tra strutturazione e destrutturazione, cercando di “portare in scena” il conflitto tra inconscio e conscio e il suo possibile “taglio” rivoluzionario. Per questo motivo le composizioni di Rizoma sono ispirate dalle opere di protagonisti dell’arte e del pensiero non convenzionali come Jacques Lacan, Gilles Deleuze, Jorge Luis Borges, Jean Michel Basquiat, Sergio Atzeni, Carmelo Bene, James Joyce, Francis Bacon, i quali, ognuno nel loro campo specifico, hanno affrontato coraggiosamente e senza infingimenti la tematica dell’inconscio. Le note, gli accordi, i ritmi, le melodie diventano il teatro o la stessa tela in cui l’inconscio si fa linguaggio, producendo un viaggio musicale attraverso il non rappresentabile, lungo un “non luogo” in cui il “regime del conscio” perde ogni propria struttura gerarchica lasciando campo libero alla naturale evoluzione dell’incontro/scontro.

Un percorso in cui la musica si pone come strumento centrale e come fulcro necessario per l’intreccio virtuoso tra forme d’arte differenti in un unico contesto di molteplice creatività. Un rizoma, per l’appunto, che nella trasposizione live dell’album, si incontra con la pittura attraverso i dipinti di Maria Francesca Angius come sfondo e luce; con la parola decantata attraverso le poesie di Davide Casu; con le sonorità elettroniche ed i soundscapes della natura sarda di Francesco Medda “Arrogalla”.

 

LINE UP

Antonio Floris – Chitarra
Gianrico Manca – Batteria
Vittorio Esposito – Piano Acustico
Jordan Corda – Vibrafono
Matteo Piras – Contrabbasso


LO SPETTACOLO NON È SOLO SUL PALCO.

Ci piacciono la musica, da suonare e da ascoltare, l’architettura e la cucina: non potremmo dunque rinunciare a qualche buon bicchiere, senza esagerare, per accompagnare degnamente qualche chiacchiera e qualche assaggio sfizioso. Ci piace condividere le nostre passioni. Così è nata l’idea di unire una bella sala con palco ad una terrazza panoramica sul Golfo di Cagliari, e godere per tutto l’anno i piaceri della cultura e del convivio.

IL PIACERE AUTENTICO VA CONDIVISO

INOUT Musiclub – Viale G.Marconi 173 (Terrazza – Piano Elevato)

× Prenota con Whatsapp